Foto del diario

Foto del diario

BIG, il Cavatappi con la "C" maiuscola⠀

Il nome, o meglio il cognome, Campagnolo a molti di voi farà venire in mente uno storico campione di ciclismo e la sua azienda di biciclette.⠀
Ma Tullio Campagnolo era molto di più, alcune delle sue innovazioni hanno riscritto la storia della bicicletta moderna, e spesso partivano da necessità e difficoltà, basta ad esempio pensare allo sgancio rapido delle ruote.⠀

Nel 1966 Tullio si ferì una mano aprendo una bottiglia di vino, e di lì a poco nasce il primo cavatappi campagnolo, ad oggi un oggetto di culto da collezione. Questo piccolo gioiello della meccanica è rimasto grossomodo invariato nel corso degli anni, ed utilizza ancora il vecchio logo Campagnolo e la viteria derivata da una guarnitura "Super Record" che all'epoca equipaggiava le sue migliori biciclette da corsa, quelle usate da Merkcx, Indurain e Gimondi.⠀

La campana telescopica autocentrante fa in modo che il vermiglione si trovi esattamente al centro del tappo. Il movimento delle leve è costruito per essere delicato, in modo da non sollevare i sedimenti tipici dei vini invecchiati, ed il cavatappi è progettato per fare in modo da non forare mai la parte inferiore del tappo per evitare la caduta di trucioli di sughero all'interno del vino.⠀

Per concludere in bellezza possiamo dirvi che tuttora il prodotto è realizzato in modo completamente artigianale a Vicenza per un prodotto 100% Made in Italy.⠀

Non pensavamo di potervi raccontare così tanto su un cavatappi, ma quando ci viene proposto un nuovo prodotto lo studiamo sempre prima di proporlo a voi e spesso siamo noi i nostri primi clienti. Ti aspettiamo in #anticacoltelleriapalmanova

www.facebook.com/anticacoltelleriapalmanova/p...